SAN MARTINO (IX secolo)

La Chiesa, dedicata a San Martino, è la più antica del paese; la sua datazione si fa risalire al IX secolo. Vi si conservavano le reliquie di San Coronato patrono di Montemagno. Il campanile era la vecchia Torre di Guardia facente parte del sistema difensivo della fortezza della Verruca.
In disuso già dal secolo XIII come Chiesa parrocchiale, sostituita da quella di Santa Maria della Neve, la Chiesa fu affidata, due secoli dopo, alla Compagnia del Santissimo Sacramento o della Buona Morte, i cui membri erano addetti al servizio funebre degli associati.
La Chiesa ha ancora l’antico Altare Maggiore a colonnini, di cui sono rimasti pochi esemplari in Toscana, presente nelle chiese con reliquie, che venivano appoggiate, in particolari cerimonie, sulla balaustra sopraelevata dell'altare.
Gli altari laterali sono dedicati a San Martino e all’Annunciazione.
La Chiesa conserva una statua in cartapesta dell' Addolorata.
- indietro -