CASA NATALE DEL PAPA EUGENIO III

La tradizione popolare indica in questo modesto edificio la casa natale di Papa Eugenio III (1094?-1153). E' un piccolo edificio a pianta rettangolare costruito con pietre irregolari, tetto a spiovente tipo capanna. Sulla destra dell’odierno edificio rimangono resti dell’antico muro di sostegno.
Pietro Bernardo dei Paganelli nacque in data sconosciuta (intorno al 1094). Ordinato sacerdote fu nominato Vicedomino della diocesi di Pisa. Dopo l'incontro con Bernardo da Chiaravalle, di cui divenne amico e discepolo, entrò nell'ordine Cistercense. Abate dell'Abbazia delle Tre Fontane, fu eletto papa nel febbraio del 1145, dopo la morte di Lucio II, con il nome di Eugenio III. A causa del perdurare dei disordini provocati dal Senato Romano lasciò Roma e si trasferì nel monastero di Farfa, dove venne consacrato il 18 febbraio. Scelse Viterbo come sede residenziale.
Eugenio III indisse la seconda crociata nel 1146, predicata dall'amico Bernardo a cui parteciparono, come comandanti, Luigi VII di Francia, l'Imperatore Corrado III e Ruggero II di Sicilia. Promotore di grandi riforme nella chiesa, soprattutto in ambito di diritto canonico, cercò di riaffermare la supremazia del papato sull'impero. Morì a Tivoli l'8 luglio del 1153. Fu beatificato nel 1872 da papa Pio IX
- indietro -